Gli strumenti dell'ingegneria genetica

Gli enzimi di restrizione tagliano il DNA, le ligasi lo incollano nuovamente insieme - perciò vengono spesso paragonate a forbice e colla. Immagine: CanStockPhoto

Gli strumenti più importanti che i genetisti usano in laboratorio sono:

  • gli enzimi, delle proteine che accelerano le reazioni chimiche rendendole possibili in tempo utile. Gli enzimi vengono estratti dai microrganismi;
  • i veicoli di geni, dei microrganismi che hanno la capacità di trasferire del DNA da una cellula all'altra.

Tutti gli strumenti del genetista provengono dalla natura: essi sono in parte microrganismi, come nel caso di batteri e virus, e in parte enzimi estratti dai microrganismi.

Enzimi

  • Gli enzimi di restrizione riconoscono una sequenza precisa di lettere nel DNA e lo tagliano in quel punto;
  • Le DNA polimerasi sono degli enzimi che duplicano il DNA, creandone quindi delle copie;
  • Le ligasi sono enzimi che legano pezzi di DNA.

Veicoli di geni

  • Batteri: molti batteri possiedono dei piccoli anelli di DNA, chiamati plasmidi. I genetisti li utilizzano per trasferire dei geni, inserendovi semplicemente i geni addizionali. Durante il trasferimento dei plasmidi da un batterio ad altri batteri o altre cellule sono quindi trasportati anche i geni "stranieri".
  • Virus: i virus hanno la capacità di far entrare il proprio filamento genetico in batteri, cellule vegetali, animali o umane, a dipendenza del tipo di virus. I genetisti sfruttano questa proprietà inserendo ulteriori geni nel filamento genetico dei virus, che verranno trasportati a loro volta nella cellula.

Imparerai di più su batteri e virus nel prossimo capitolo.

Video sul tema

Il contenuto proviene dall’ex sito internet gene-abc.ch, che è stato integrato nel sito internet di SimplyScience.ch nel gennaio 2016. Geni ABC era un’iniziativa del Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca scientifica e viene mandato avanti dalla fondazione SimplyScience.